mercoledì 2 novembre 2011

Un mondo in bianco e nero

Leaves, Florence, Italy, 1980
Non sono interessato a creare delle fotocopie“.

Michael Kenna 












Michael Kenna è un fotografo inglese conosciuto in tutto il modo. Nel 1977 si trasferisce in California, e da qui parte per fotografare i vari paesi del mondo.

Night Lights, Rio de Janiero, Brazil, 2009
Temple of Heaven, Beijing, China, 2008
Buddha Offering, Lantau Island, Hong Kong, China, 2006

La produzione di Michael Kenna è incentrata, principalmente sul paesaggio. A proposito del suo stile Kanne dice: 

“Ho sempre voluto fotografare in condizioni di nebbia, pioggia, neve, ecc, dove sono eliminati sfondi che distraggono o sottomettono. Sole e cielo blu non mi hanno mai affascinato. Troppa luce tende a rivelare tutti i dettagli di una scena e non mi interessa in una perfetta fotocopia. Io preferisco un suggerimento di una descrizione. Mi piace usare l'analogia della poesia Haiku in cui pochi elementi agiscono come catalizzatori per la propria immaginazione. Spesso faccio lunghe esposizioni in modo che l'acqua in dettaglio diventa nebbia fluttuante, le nuvole nel cielo diventano masse di tonalità sfocate e una scena popolata diventa vuota. Il mondo è piuttosto caotico, apparentemente sempre di fretta e il sempre più forte e visivamente più denso. Sono interessato a trovare e/o la creazione di rifugi calma dopo la tempesta, luoghi in cui incoraggiano la tranquilla solitudine e dove la contemplazione interiore è possibile. 

Pathway, Sceaux, France, 1998

Leaning Tree, Pruhonice, Czechoslovakia, 1992
Moai, Study 17, Ahu Akivi, Easter Island, 2000   
Tea Estates, Study 1, Munnar, India, 2008
 “Non sono un fotografo ritrattista e raramente includono personaggi nelle mie fotografie. Io uso spesso l'analogia del teatro. Prima che il gioco inizi, quando il palco è ancora vuoto, e ci sono solo gli oggetti di scena o una tenda, un potente atmosfera di attesa sembra pervadere gli spettatori in attesa. Mi piace pensare che la loro immaginazione è attiva. Quando i personaggi entrano in scena, il pubblico è immediatamente attirato nella storia che inizia a svilupparsi.

Giza Pyramids, Study 3, Cairo, Egypt, 2009
Church Ruins, Ananuri, Georgia, 2008
«Da quando conosco il lavoro di Michael, vi ho sempre immediatamente colto, e amato, una sorta di respiro lento e profondo del mondo, come se il silenzio fosse finalmente sceso sulla terra. Non ci sono persone, nelle fotografie di Kenna, né tantomeno volti e corpi che sviino la nostra attenzione dalle pure linee, dalle nitide geometrie, dai contrasti, alternativamente duri o soffusi, tra luce e ombra, tra il biancore assoluto di una neve che tutto ammanta e la drammatica cupezza di rocce, di isole, di spiagge, di livide distese d’acqua»

Ponte dell'Accademia, Venice, Italy, 2007
Corridor of Leaves, Guastalla, Emilia Romagna, Italy, 2006
Quixote's Giants, Study 6, Campo de Criptana, Spain, 1996


 Fonti:
Photoworkshop.com

© Tutti i diritti delle opere e dei testi sono di proprietà dei rispettivi autori.

0 commenti:

Posta un commento